STRALCIO CARTELLE FINO A 1.000 EURO

 

La cosiddetta “Pace Fiscale” o meglio il DL 119/2018 prevede oltre alla ormai collaudata “Rottamazione dei ruoli” denominata “Rottamazione-ter”, ed altri “condoni”, anche lo stralcio totale dei debiti fino a 1.000 euro relativi ai carichi affidati agli agenti di riscossione (Agenzia delle Entrate-Riscossione, ex Equitalia) dal 2000 al 2010.

Cosa è necessario fare per annullare i ruoli?

In realtà non è necessario fare alcunché, l’agente di riscossione avrà infatti tempo sino al 31.12.18 per annullare i ruoli.

Quali debiti rientrano nello stralcio delle cartelle fino a 1.000 Euro?

Rientrano tutti i carichi affidati nel periodo dall’1.1.2000 al 31.12.2010 agli agenti di riscossione che risultino non pagati alla data del 24.10.2018 (data da cui ha validità il Decreto).

Sono esclusi:

  • somme dovute a seguito di recupero degli aiuti di Stato;
  • debiti derivanti per pronunce della Corte dei Conti;
  • multe, ammende e sanzioni pecuniarie a seguito di condanne di sentenze penali;
  • risorse proprie tradizionali di cui all’articolo 2, paragrafo 1, lettera a) delle decisioni 2007/436/CE e 2014/335/UE (tra cui i dazi della tariffa doganale);
  • IVA riscossa all’importazione.

Se ho pagato un debito rientrante nello stralcio, che cosa succede?

Tutte le somme pagate prima del 24.10.2018 non sono rimborsabili; per quelle pagate in data successiva potranno aprirsi due strade:

  • se si hanno altri debiti a ruolo gli importi verranno imputati a pagamento questi ultimi;
  • se non si hanno altri debiti a ruolo l’agente di riscossione dovrebbe invitare il contribuente a ritirare il rimborso allo sportello o a comunicare le coordinate bancarie.

 

Dott. Tommaso Saglietti

By | 2019-01-21T09:46:29+00:00 gennaio 21st, 2019|Senza categoria|0 Comments

Leave A Comment